“Rotunda” La Chiesa di Mosta



A richiamare numerosi turisti da tutto il mondo, soprattutto a metà agosto è la Chiesa Rutunda di Mosta.

Mosta è una delle città più grandi di Malta, situata al centro dell’isola a circa 17 Km da La Valletta. La protettrice di questa città è Santa Maria Assunta a cui è stata eretta la famosa Chiesa rotonda.

“La Rotunda” o Chiesa dell’Assunta ( così conosciuta )  è tra le chiese più importanti di Malta, fu progettata dall’architetto Giorgio Grognet de Vassé e risale al XIX secolo. La sua costruzione ebbe inizio nel maggio del 1833 e fu completata dopo 27 anni circa.

Giorgio Grognet de Vassé innamorato dell’Italia si è ispirato al Pantheon di Roma per il suo progetto.


Previous Image
Next Image

info heading

info content


La Chiesa Dell’Assunta è stata costruita su una chiesa già esistente, l’architetto, pensò bene di edificarne una nuova intorno alla precedente, perché volle continuare a dare al popolo un luogo di culto anche durante i lavori di costruzione.

A rendere così famosa questa chiesa agli occhi di tutti è la sua imponente cupola, con 37 mt di diametro che le fa guadagnare il 4° posto al mondo per grandezza e forse il1° per la più grande cupola costruita senza supporti. Davvero un ingegno dell’architettura.

Ma questa maestosa costruzione, ha superato il periodo della seconda guerra mondiale, rischiando di andare distrutta.

Era il 9 Aprile del 1942, quando una bomba di oltre 200 kg. venne sganciata dai tedeschi, ma che per fortuna o miracolo, quella bomba colpì la sacrestia, mentre si celebrava messa, senza esplodere.

Si racconta che la bomba una volta impattata sulla sacrestia non esplose, ma si aprì e al suo interno invece che esserci il carico di polvere esplosiva, vi era solo sabbia e un biglietto con i saluti degli operai della oggi famosa marca automobilistica “Skoda”, che a quei tempi era ancora sconosciuta. Pare difatti che gli operai, tenuti in ostaggio all’interno dell’Azienda, avessero boicottato la produzione e la preparazione dell’ordigno, riempiendolo di sabbia piuttosto che di polvere esplosiva. Oggi nel punto esatto dove quella bomba cadde, è possibile visitare, una fedele riproduzione.

Photos and Text Copyright all rights reserved
©Francsco Cordone – Follow me now –



READ  La Valletta

Lascia un commento

WhatsApp chat